Inchieste, arriva il premio Tommaso Besozzi

Un premio per il giornalismo d’inchiesta, cioè per quell’informazione capace non solo di raccontare una notizia ma anche di approfondirla e di essere socialmente rilevante denunciando aspetti che non si vorrebbero far conoscere. E’ stato presentato a Montecatini Terme il premio Tommaso Besozzi, giornalista dell’Europeo considerato tra i massimi esponenti del giornalismo investigativo italiano. Besozzi, autore del celebre articolo “Di sicuro c’è solo del morto” indagò sulla morte del bandito siciliano Salvatore Giuliano portando a galla la vera verità, distante anni luce da quella fatta circolare dalle veline della polizia.

Il concorso, presentato e ideato dal cronista parlametare dell’Ansa Paolo Cucchiarelli prevede l’assegnazione di tre premi: uno al miglior libro d’inchiesta, uno rivolto agli under 25  e uno a livello internazionale con consegna del riconoscimento dal presidente dell’associazione stampa estera in Italia.  “Premiare il giornalismo d’inchiesta – spiega Cucchiarelli all’Ansa – vuol dire premiare l’informazione al servizio del lettore, significa privilegiare una lettura della realtà non banale e utile per la crescita di una società”.

Particolarmente interessante è la sezione che riguarda gli Under 25. Basterà avere una telecamera e tanta curiosità, assicura Cucchiarelli.

Paolo Cucchiarelli, autore del libro “I segreti di piazza Fontana”,  nell’ottobre 2010 ha presentato il libro “Dentro l’inchiesta. L’Italia nelle indagini dei reporter” di Gerardo Adinolfi alla Libreria Mondadori di Roma. Ecco il video

Annunci

Informazioni su GerardoAdinolfi

Gerardo Adinolfi è nato nel 1987, è giornalista professionista da dicembre 2011 e lavora per Repubblica, a Firenze. Ha scritto un libro sul giornalismo investigativo "Dentro l'inchiesta" e l'ebook sulle croniste minacciate "La donna che morse il cane". Collabora con Ossigeno per l'Informazione, l'osservatorio sui cronisti minacciati diretto da Alberto Spampinato
Questa voce è stata pubblicata in Inchieste e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...